La carta della stampante: come scegliere quella giusta?

La carta è un bene indispensabile da sempre, fa parte di qualsiasi aspetto della nostra giornata, libri, giornali, incarti, fazzoletti, stampa, sia domestica che aziendale.

Quando si tratta di stampa spesso ci ritroviamo davanti a tante tipologie di carta e non sappiamo quale scelta fare.
Questo articolo nasce proprio per risolvere ogni dubbio sulla scelta della tipologia di carta della stampante più adatta alle nostre esigenze.


Le caratteristiche della carta

Per scegliere quale tipologia di carta sia più adatta è bene considerare e valutare i seguenti aspetti:

  1. Formato
  2. Grammatura
  3. Opacità o lucidità

 

1. I formati della carta

Il formato A4 (210x297 mm) è sicuramente il formato più conosciuto e utilizzato ed è anche quello che si adatta a qualsiasi lavoro di stampa. Disponibile in diverse grammature e rivestimenti. Le stampanti di uso domestico, nella maggior parte dei casi, sono adattate a questa tipologia di formato.

formati da A1 ad A3 sono di dimensioni maggiori rispetto al formato A4:

  • A1 (594x841 mm)
  • A2 (420x594 mm)
  • A3 (297x420 mm)

Esistono stampanti molto versatili che riescono a stampare sia in A3 che in A4, mentre i formati A1 e A2 riguardano le stampe di poster e striscioni.

formati A5 (148x210 mm) e A6 (105x148 mm) sono di dimensioni più piccole, solitamente sono le opzioni usate per volantini e flyer, si può arrivare fino al formato A10 (26x37 mm).

SRA è un tipo di carta che viene prodotta di dimensioni leggermente più grandi rispetto alla carta in formato A e viene utilizzata soprattutto nella stampa commerciale.

Infine, esiste il formato C, che è una tipologia di carta usata per le buste. Si va da un formato C1 (648x917 mm) fino ad un formato C10 (28x40 mm).

 

2. La grammatura

Per grammatura si intende il peso del foglio che può variare dai 18/25 gr di una carta velina fino ai 250/350 gr di una carta patinata. Le carte di uso comune solitamente sono tra i 70 e gli 80 gr.

 

3. L’opacità e la lucidità

La carta opaca per le stampanti è solitamente la più utilizzata, grazie alla sua consistenza, alla capacità di assorbimento dell’inchiostro e di conseguenza alla maggior velocità di asciugatura. Il rischio di sbavature e imperfezioni con questa tipologia di carta si riduce molto e a livello tecnico i colori risultano più omogenei e compatti. Può essere inoltre plastificata, verniciata o usata come base per altre lavorazioni, quindi è un tipo di carta molto versatile.

La carta lucida è rivestita con un polimero ad alta brillantezza che rende i colori più ricchi e vivaci, evidenziando molto i dettagli. Questo tipo di carta si adatta perfettamente alla stampa fotografica, garantendo nitidezza e colori accesi. Lo svantaggio di questa tipologia di carta è nelle tempistiche di asciugatura, molto più lenta rispetto alla carta opaca e con maggiori possibilità di sbavature o macchie.

 

Tosco Data al tuo fianco

Lo staff di Tosco Data, grazie alla sua esperienza e competenza, è in grado di aiutarti e consigliarti non solo nell’acquisto della stampante più adatta per te, ma anche nella scelta della carta che rispetta le tue necessità di stampa.

Tra le varie tipologie di soluzioni, rivendiamo anche una carta esclusiva prodotta da una cartiera specializzata per clienti con esigenze di manifesti da esporre alle intemperie; questa carta opaca è trattata chimicamente per essere resistente all’acqua e ai raggi UV. Venduta nei seguenti formati da 90gr: rotolo 50cmx50mt, 50x100, 61x50, 48x50, 48x100, 45x50, 42x100 e 34x50.

Contattaci per avere maggiori informazioni o per richiedere una consulenza personalizzata!

Richiedi informazioni

Compila il form per richiedere maggiori informazioni senza impegno.

Tosco Data Srl