Come mantenere la tua stampante in buono stato?

Alcuni consigli pratici per utilizzare la vostra stampante al meglio in epoca smart working.

In questo periodo difficile e complicato sotto tutti i punti di vista, sicuramente abbiamo molto tempo libero da dedicare a cose cui prima nemmeno pensavamo.

Sia per il lavoro in smart working che per chi comunque sta al computer a scrivere o fare ricerche, per lo studente o anche solo per documenti come un’autocertificazione, è indispensabile l’uso di una buona stampante.
Se si dispone di una stampante in casa, è nostro dovere assicurarci del suo buon funzionamento, in attesa di avere ulteriori disposizioni su come muoverci e dunque usufruire di altri mezzi messi a disposizione nei negozi dedicati.
Immaginiamo la nostra stampante come una macchina che funziona anche con diversi sistemi meccanici, oltre che elettronici; è necessaria dunque una sufficiente manutenzione, grazie alla quale essa potrà rimanere efficiente per un periodo di tempo più a lungo senza intoppi.


Ma allora, quali sono gli accorgimenti da tenere verso la stampante che utilizziamo a casa?
Analizziamo ad esempio un problema comune: l’inceppamento della carta.

Uno dei problemi più frequenti delle stampanti, è l’inceppamento della carta; quando ciò accade la macchina si blocca e interrompe l’attività. Per sbloccare la macchina a volte è sufficiente aprire e richiudere il contenitore della risma di carta, di modo da poter consentire alla stampante di riavviare il motorino e cercare di ripristinare il corretto andamento della stampante. Se questa azione non dovesse rivelarsi sufficiente, è necessario intervenire sul retro, avendo cura di non danneggiare le plastiche. Di seguito sarà opportuno togliere le protezioni e sfilare la carta che è causa del blocco. L’operazione è certamente semplice, richiede solo un po’ di manualità e conoscenza della stampante.
Cercate di maneggiare la carta senza spezzarla, delicatamente, onde evitare di dover intervenire ad un maggiori livello di profondità: cercate di usare le dita, senza l’ausilio di cacciaviti o altri strumenti che, se mal utilizzati, possono danneggiare la macchina.

Fate comunque attenzione all’inceppamento della carta: a volte è semplice casualità, ma può essere anche un segnale di usura dei gommini di trascinamento, che in tal caso andrebbero sostituiti. Potrebbe anche trattarsi di un problema di grammatura della carta; ogni macchina infatti lavora in modo ottimale con carta dal peso adeguato alle proprie caratteristiche.

Per quanto riguarda la pulizia delle testine, a seconda della marca e del modello della multifunzione, i sistemi per pulire la testina sono molti, ma tutti simili; in qualche caso il liquido va messo sulla testina mediante appositi aghi, oppure usando uno straccetto; il risultato è identico e deve essere verificato tamponando con un fazzolettino. La testina è pulita quando quest’ultimo si sporcherà con l’inchiostro in modo netto ed evidente.

Al termine dell’operazione fate girare la macchina stampando diversi fogli di prova.

Ricordatevi che ci sono molti elementi in una stampante che hanno bisogno di essere curati, per permettere alla stampante di funzionare al meglio: anche solo la polvere che si deposita nel tempo è un ostruente che va eliminato di tanto in tanto.
Basterà un panno umido dopo aver tolto la corrente, o dell’aria compressa.

Richiedi informazioni

Richiedi la visita gratuita e senza impegno di un nostro consulente.

Tosco Data Srl
  • Via Borgognoni 2/i - 51100 - Pistoia (PT)
    Tel. 0573/22160 - Fax 0573/364375

  • P.I. 00482840477 - R.E.A. 106110

  • Cookies Policy - Privacy Policy